Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

I banchetti dei dogi, le trattorie e il cibo da strada: la cultura gastronomica veneziana del settecento

Data:

26/11/2021


I banchetti dei dogi, le trattorie e il cibo da strada: la cultura gastronomica veneziana del settecento

Conferenza di Ekaterina Igošina

Nell'ambito della VI Settimana della cucina italiana 

Nella Venezia del Settecento le feste e i banchetti erano tanto sontuosi da essere oggi ritenuti una delle pagine più vivaci della cultura veneziana del periodo. Di certo le occasioni per festeggiare non mancavano nella Serenissima: festività profane e religiose, matrimoni di nobili e nascite dei tanto attesi eredi nelle famiglie illustri, elezioni dei dogi e accoglienza di ambasciatori e ospiti di alto livello. Praticamente ogni evento veniva accompagnato da lussuosi banchetti che potevano durare da poche ore a un’intera settimana. Di norma le feste erano soggette a una serie di regole che dettavano il menù e la sequenza delle portate, la composizione del personale di servizio e i tipi di intrattenimento speciale che impreziosivano il banchetto. Se per i veneziani benestanti i sapori raffinati delle cerimonie festive erano praticamente routine, per la gente comune l'abbondanza gastronomica era sinonimo di giorni speciali, prima fra tutte la vivacissima settimana del carnevale. C’è da dire che i veneziani – ricchi o poveri che fossero – mangiavano fuori casa abbastanza spesso. La città offriva infatti un’ampia varietà di trattorie e taverne, ma anche moltissime bancarelle itineranti che riempivano le calli con i profumi del cibo da strada. Com’erano composti i menù dei banchetti di Palazzo Ducale? Quali tradizioni di ospitalità erano riservate agli ospiti di alto rango della Repubblica di Venezia? Quali piatti venivano serviti nelle trattorie e nelle taverne? Cosa offrivano i numerosi venditori ambulanti di cibo da strada? Quali prelibatezze tentavano il palato dei veneziani durante il Carnevale?

Relatore: Ekaterina Igošina, dottore di ricerca in storia dell'arte e responsabile della biblioteca scientifica del Museo Statale di Belle Arti A. S. Puškin.

Attenzione! Il numero di partecipanti è limitato, è necessaria la registrazione (v. il campo sotto). È possibile entrare in Istituto solo muniti di mascherina.

 

Informazioni

Data: Ven 26 Nov 2021

Orario: Alle 19:00

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura

2072