Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Chi siamo

Presenti nelle principali città dei cinque continenti, gli 86 Istituti Italiani di Cultura attualmente operativi sono un ideale luogo di incontro e di dialogo per intellettuali, artisti ed altri operatori culturali, ma anche per i semplici cittadini, sia italiani che stranieri, che vogliano instaurare o mantenere un rapporto con il nostro Paese.

Non soltanto come vetrina dell’Italia e fonte di informazioni aggiornate sul “Sistema Paese”, ma anche come centro propulsore di iniziative ed attività di cooperazione culturale, l’Istituto Italiano di Cultura diventa punto di riferimento essenziale per le collettività italiane all’estero e per la crescente domanda di cultura italiana che si registra in tutto il mondo.

Di supporto all’attività già svolta dalle Ambasciate e dai Consolati, gli Istituti Italiani di Cultura individuano gli strumenti più idonei per promuovere l’immagine dell’Italia quale centro di produzione, conservazione e diffusione culturale dall’epoca classica sino ai nostri giorni.Oltre all’organizzazione di eventi culturali in diversi settori (arte, musica, cinema, teatro, danza, moda, design, fotografia), gli Istituti Italiani di Cultura:

  • offrono l’opportunità di conoscere la lingua e la cultura italiana, attraverso l’organizzazione di corsi, la gestione di biblioteche e l’offerta di materiale didattico ed editoriale;
  • creano i contatti ed i presupposti per agevolare l’integrazione di operatori italiani nei processi di scambio e di produzione culturale a livello internazionale;
  • forniscono informazioni e supporto logistico ad operatori culturali pubblici e privati, sia italiani che stranieri;
  • sostengono iniziative che favoriscono il dialogo interculturale fondato sui principi di democrazia e solidarietà internazionale.

L’Istituto Italiano di Cultura di Mosca è stato fondato nel 1986, nel periodo in cui il presidente dell’Unione Sovietica era Michail Gorbačëv e l’Ambasciatore d’Italia a Mosca era Sergio Romano. Inizialmente l’Istituto era ubicato in uno degli edifici che si trovano nel territorio dell’Ambasciata, situata in Denežnyj pereulok 5 (allora ulitsa Vesnina). Dal marzo del 2001 l’Istituto si è trasferito nella sede di Malyj Kozlovskij pereulok 4.

I Direttori dell’Istituto:

  • Vito Grasso (1986-1991)
  • Vittorio Strada (1992-1996)
  • Alessandra Latour (1997-1999)
  • Maria G. Doria de Zuliani (2000-2002)
  • Angela Carpifave (2003-2004)
  • Renzo Mario Rosso (2005-2006)
  • Alberto Di Mauro (2006-2010)
  • Adriano Dell’Asta (2010-2014)
  • Olga Strada (2015-2019)
  • Luigina Peddi (2019-2020)
  • Daniela Rizzi (dal 2020)

AREA DI COMPETENZA

L’Istituto Italiano di Cultura di Mosca è competente per tutto il territorio della Federazione Russa, escluse le aree di competenza dell’IIC di San Pietroburgo.