Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Ha chiuso la Biennale Arte Venezia 2022, un’edizione da record

213 artiste e artisti provenienti da 58 nazioni, di cui 26 italiani, per 1433 tra opere e oggetti e 80 nuove produzioni. Oltre 800mila biglietti venduti nei 197 giorni d’apertura (+ 35% di visitatori rispetto all’anno precedente), a cui si aggiungono le 22.500 presenze durante la pre-apertura. Si tratta della più alta affluenza di pubblico nei 127 anni di storia della Biennale di Venezia. Il pubblico proviene per il 59% dall’estero e per il 41% dall’Italia. Straordinaria la presenza dei giovani e degli studenti che sono stati il 30% dei visitatori totali.

Questi i numeri de “Il latte dei sogni”, mostra della 59ma Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea della Biennale di Venezia. La mostra è stata aperta al Padiglione Centrale ai Giardini e alle Corderie dell’Arsenale dal 23 aprile al 27 novembre 2022.

Quella appena conclusa è stata una mostra ampia e complessa, il cui lavoro preparatorio (a causa della pandemia) si è svolto necessariamente a distanza, con tutte le difficoltà e le potenzialità del caso. In questo video di presentazione il presidente della Biennale di Venezia, Roberto Cicutto, e la curatrice di questa edizione, Cecilia Alemani, spiegano il concept della mostra.